Fabio Maniscalco

foto2 home

 

foto3 home

Fabio Maniscalco ha ricevuto numerosi riconoscimenti per la sua produzione scientifica.

 In particolare, ha ricevuto un premio dalla "Presidenza italiana del Consiglio dei Ministri" per il libro Sarajevo. Itinerari artistici perduti [e il Premio ICCROM-UNESCO "Media Save Art" per i suoi articoli sulla protezione della proprietà culturale del Kosovo.

Inoltre, ha ricevuto i premi "Friend of Art 2007" da Legambiente e "Salvaguardia dei Beni Culturali" dalla "Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico".

Nel 1997 Fabio Maniscalco è stato decorato dal Presidente dell'Italia Oscar Luigi Scalfaro per la sua attività nel campo della salvaguardia dei beni culturali e  con medaglie NATO e italiane perché ufficiale durante le missioni di mantenimento della pace IFOR e SFOR, in Bosnia ed Erzegovina e ad Alba, in Albania.

Fabio Maniscalco è stato vicepresidente del Comitato italiano dello Scudo blu e membro dei comitati scientifici dell'Osservatorio euromediterraneo e del Mar Nero e del "Museo della Nave Romana di Grado". è stato membro del Consiglio internazionale dei monumenti e dei luoghi (ICOMOS) e membro onorario di: Unione Italiana degli Scrittori e Artisti Europei (UIL), Associazione Italiana Archeologi e Forum per la Laguna di Venezia.

il 10 aprile 2006 è stato nominato  Professore Onorario di “Salvaguardia, Conservazione e Valorizzazione del Patrimonio archeologico e culturale” dell’Istituto di Archeologia dell’Accademia delle Scienze di Albania.

Nel 2008 ha ricevuto la candidatura al Premio Nobel per la Pace.

Nel settembre del 2008, dopo la sua morte, gli viene intitolata un'aula dell'Università degli studi di Napoli "L'Orientale" ; nello stesso anno  il Centro di documentazione sulla Protezione dei Beni culturali, presso la Biblioteca Civica di Moncalvo,  riceve il suo nome diventando Centro Alti Studi Fabio Maniscalco- Blue Shield Expert network Contact point

 Nel 2009, la moglie ha ritirato la Medaglia d’oro al Valore Civile, conferitagli dal Sindaco del Comune di Napoli, Rosa Russo Iervolino e nel 2015 esce una sua biografia ad opera di Laura Sudiro e Giovanni Rispoli.

Il 18 aprile del 2016 gli è stato reso un tributo musicale con un concerto della Banda dei Carbinierei, da EUNIC ( Istituti nazionali per la cultura dell'Unione europea) e dall’ Ambasciata d'Italia e dall’'Istituto Italiano di Cultura a Washington DC.

 

fabio

banda

http://www.kennedy-center.org/video/index/M59045

banner

copyright